Vivere in Madagascar con 500 euro al mese

///Vivere in Madagascar con 500 euro al mese

Vivere in Madagascar con 500 euro al mese

Ritorno un attimo su questa bufala enorme, dal mio punto di vista un po’ criminale, visto che ancora c’è gente che mi scrive dando per scontato che veramente qualcuno possa vivere con questa cifra.
Tutto parte da un articolo credo dell’anno scorso in cui un pensionato italiano che è stato residente a Antananarivo e Tulear e che in un primo tempo cercava di fare qualcosa nell associazionismo per poi invece convincersi di lavorare negli hotel, costruendosi due piccoli bungalows appena fuori Tulear.
Visto che pero’ non funzionavano è dovuto rientrare in Italia e da li’ ha cominciato a fare una campagna per portare sedicenti investitori in Madagascar, organizzando tour con mezzi pubblici o quasi e cercando sopprattutto di trovare qualcuno convinto di riprendersi i due bungalows in gestione o addirittura di comprarli.
E quale maniera migliore di convincere qualcuno con il sogno nel cassetto da anni dei mari del sud e con pochi spiccioli da parte che sia possibile in effetti vivere con 500 euro in un paese come il Madagascar!!!
Non metto in dubbio che sia possibile farlo, come è forse possibile vivere con 50 euro in Italia. Ma non sta li il problema; il problema sta in effetti sulla qualità della vita che un italiano possa permettersi in Madagascar con 500 euro!
Partiamo dal concetto che qualsiasi cosa di importazione in Madagascar costa almeno il doppio che in Italia: e non parliamo di lussi ma di cose alquanto semplici come luce e acqua, che quando ci sono costano il triplo che in italia (io qui in Madagascar con una piccola villetta senza troppi elettrodemestici e con una certa attenzione ai consumi ormai passo regolarmente i 100 euro mensili di acqua e luce); se invece non si ha allacciamento a acqua e luce ( e si parla del 99,99% del territorio ) il discorso si fa ben più difficile visto che servirà farsi un pozzo e dotarsi o di pannelli solari ( un bel 30 000 euro di investimento nel caso di un piccolissimo hotel con 4 o 5 camere e ristorante) o ppure nel caso di assenza di fondi da investire un bel gruppo elettrogeno che costa un paio di euro all’ora di gasolio.
Questione cibo: ok il riso costa poco, cosi’ come la manioca o le carote sugli altopiani; ma sapete che per un litro di olio di sansa di oliva, una schifezza che nessuno oserebbe comprare in italia, vanno via facili facili 10 euro?!?
e mezzo kilo di spaghetti barilla, dei numero 5 classici, si spende quando va bene 2 euro e mezzo?
proseguiamo?
telefono: io che sono allergico al telefono spendo un centianaio di euro al mese: un minuto di chiamata tra due oreratori diversi costa quasi 60 centemisi e non esistono tariffe flat…. un adsl orribile che la metà del tempo non funziona costa 50 euro al mese!!!
poi difficlmente potrete spostarvi con una piccola berlina a meno che non abitiate in una grande città e non vi spostiate mai; per cui un 4X4 semplice semplice, usato, costa una decina di migliaia di euro e la benzina ormai veleggia oltre l euro al litro.
Volete un dottore un po’ decente: lo pagate caro.
Una scuola decente per i vostri figli: il liceo francese costa per noi italiani 1500 euro all anno.
e cosi via….
senno’ potete sempre vivere in una capanna in riva al mare, con le candele e l’acqua salmastra recuperata col secchio al pozzo, cucinare con carbone e curarvi con lo stregone del posto!!!
Li si che ce la farete a stare nei 500 euro al mese; ovvimanete non contando i 1500 euro di biglietto aereo

2018-04-16T04:33:59+02:00

14 Comments

  1. Carlo 4 Dicembre 2018 al 22:35 - Rispondi

    Io conosco un madagascar molto diverso… Dove una domestica prende 35 euro al mese (personalmemte pago + del doppio) Certo che i prodotti importartati dall’ europa costano molto piu’ che in italia ma dove trovi un tonno pinna gialla di 16 kg in vendita a 1 euro al kg? Non in italia…. Idem x granchi aragoste, gamberetti…..frutta tropicale dolcisima non lo schifo che trovi in italia…. Il telefono costa se chiami all’estero. Su internet concordo, ma sull’obbligo di avere una 4×4 no. Ti puoi muovere in molti modi senza problemi… Il discorso e’ lungo… In italiano sono pochissimi i siti dedicati al madagascar uno tra i migliori eno.solutions… Penso che il tuo articolo sia esegeratamente spinto verso una brutta immagine del paese… Unico al mondo… 80% flora e fauna endemica….io saro’ di parte ho moglie e figli malgasci…e’ un posto magnifico!!!

    • Giorgio 18 Gennaio 2019 al 5:38 - Rispondi

      Ciao Carlo
      il mio articolo è indirizzato a tutti quelli che credono veramente che con 500 euro si riesca a vivere bene e senza problemi. Orde di pensionati con la minima che appena hanno un problema di salute ci lasciano le penne o devono chiamare casa per farsi spedire i soldi per un rimpatrio sanitario, albergatori che devono ricorrere ai soldi di amici per farsi curare, gente che pensa che con due spiccioli ci si mantenga una famiglia e degli studi decenti per i figli. Sono il primo ad amare questo paese e ammetto che posso permettermi lussi che in italia manco mi potrei sognare. Ma ho passato periodi molto difficili e sconsiglio a tanti che non hanno ottime basi finanziarie di intraprendere una vita qui.

    • Clelia Lazzaroni 10 Febbraio 2019 al 19:42 - Rispondi

      Bns concordo con Lei che si possa vivere bene in Madagascar senza allarmismi! certo che, un italiano vuole il Chianti in Madagascar lo strapaga, ovvio; ma in un’isola così fantastica, si deve approffittare dei prodotti locali come il pesce fresco ect. E poi cosa ci va a fare un italiano in Madagascar se vuole fare la vita come a Montecarlo?
      Io spero di poterci tornare presto per un programma sociale e rimanerci 6 mesi l’anno.

  2. Giuseppe Filippelli 3 Marzo 2019 al 3:40 - Rispondi

    Io ho vissuto anni in Madagascar e posso garantire che con 600 euro al mese vivevamo io e mia moglie. La casa era di proprietà di mia suocera e mangiavamo bene filetto nei zebu carne pesce in abbondanza. Acqua e luce 60/70 euro al mese. E con quella cifra vivi sicuramente meglio che in Italia ………per vivere alla stessa maniera in Italia ne occorrono 2 .000 di euro garantito

    • Giorgio 3 Marzo 2019 al 15:36 - Rispondi

      erano tanti anni fa; di sicuro non contavi spese per voli sanita affitto e tante altre cose. Certo che se conti per mangiare e basta 500 bastano e avanzano

  3. Alessandro 3 Marzo 2019 al 18:01 - Rispondi

    Non ho mai vissuto in Madagascar salvo le visite in famiglia ma mai oltre i 30gg. All’inizio si stava in albergo e si mangiava in ristorante, ma nelle ultime occasioni ci siamo imposti di vivere, dormire e mangiare in famiglia senza mai pentircene (fare merenda in 12 con tè caffè e mofo-gasy con l’equivalente di 1 euro non ha pari).
    È indiscutibile che serve una buona se non ottima capacità di adattamento (vedi toilette, cottura cibi, “camere” da letto) e che mancano molte comodità, in particolare -in vista di una permanenza più lunga- quello che più spaventa è proprio il capitolo sanità, dahalo Vs. vazaha a parte!
    Mangiare (come disponibilità e costo del cibo) non è un problema (e del resto non lo è nemmeno in Italia) ma ho visto che solo la bombola del gas porta su le spese… Lato trasporti, se non ci si adatta ai taxibrousse, diventa un’altra spesa non indifferente, salvo l’auto di proprietà che cmq devi acquistare sul posto.
    Evidentemente, se si pensa a 500/mese dopo averne investito migliaia (di euro) per “sistemarsi” allora si vince facilmente: impiego i miei soldi per costruirmi casa stile europeo, faccio un impianto idrico con pompe dal pozzo, impianto fotovoltaico, assicurazione sanitaria, automobile, ecc. ecc. allora sì che vivo con 500/mese (forse), ma se già ne devo togliere 200 per un affitto discreto, onestamente la vedo dura…
    Personalmente comunque non penso di potermi schierare definitivamente con nessuno dei due ‘partiti’ sopra rappresentati perché dovrei prima viverci almeno un annetto. Il sogno è di poterlo fare riuscendo ad essere indipendente o al massimo attingendo dall’Italia non più di 300€/mese.
    Tonga soa…

  4. Giorgio 3 Marzo 2019 al 18:11 - Rispondi

    guarda alessandro ho vissuto anch io con pochi soldi per mesi, provando cosa significhi la vita di qualcuno che ha a disposizione poche centinaia di euro in madagascar.
    certo è possibile farcela, ma ne vale la pena? e se dovesse succedere qualcosa a livello sanitario poi cosa faccio? muoio come si fa spesso qui perché non si ha la possibilità di pagare un evacuazione sanitaria a 12 000 euro?

  5. Alessandro 3 Marzo 2019 al 19:52 - Rispondi

    Sì Giorgio infatti, sono perfettamente d’accordo. Ti dico solo che mia suocera ha avuto l’anno passato un ictus cerebrale…sappiamo bene che il malgascio medio in un’occasione del genere aspetta solo la morte… noi abbiamo voluto aiutare mamma e abbiamo speso solo per il trasporto da Analavory a Antananarivo (ospedale più vicino) con un taxibrousse dedicato, circa 200 euro. Poi 15 giorni di cura circa €1000… Mia moglie e gli altri parenti dovevano dormire a terra nelle fatiscenti sale ospedaliere perché non c’era personale infermieristico a disposizione e potrei continuare: è questo penso che non capiscono. La maggior parte di quelli che scrivono non riescono minimamente a valutare il rischio sanitario perché sono abituati in Italia dove c’è l’assicurazione, dove l’ambulanza ti viene a prendere gratis dove si curano in un ospedale gratis dove tutte le spese sono pagate mentre in Madagascar ti devi pagare pure i cerotti le flebo il tubicino e l’ago, per non contare lenzuola del letto e cibo. In clinica ci vogliono 100€ al giorno!
    E questo solo per parlare della sanità.. tu meriti la mia ammirazione e ti auguro sempre fortuna successo e tanta tanta salute!!

  6. Giorgio 3 Marzo 2019 al 19:57 - Rispondi

    bravo alessandro per fortuna qualcuno che dice qual’è la verità.
    questo articolo non è per negare che si possa vivere con 500 euro al mese, almeno finchè tutto va bene.
    MA soprattutto per evitare che pensionati con la minima senza soldi da parte si ritrovino in un paese senza alcuno stato sociale.
    In anni ne ho visti di italiani non avere la possibilità di curarsi perchè i loro piccoli guadagni bastavano solo per sopravvivere.
    Se si hanno i soldi via come assicurazione personale, se si hanno i soldi per permettersi come dici tu una bella casa con pannelli e quant altro allora si con 500 euro al mese si può vivere bene

  7. Michele 22 Marzo 2019 al 13:07 - Rispondi

    Tutto quello che avete scritto in parte è vero. Il cibo: carne, pesce, pollo e verdure, feriali costano poco. La casa se compri il terreno a 7000ar a metro quadrato circa 1,50€ a metro quadrato.. Seguendo la costruzione e comprando il materiale, una piccola casa con bagno interno ho pagato 6000€ tutto in muratura. La girandola cioè la nostra Enel cosa al mese circa 50000ar circa 12€. Acqua costa circa 2€. L’auto la puoi portare in Madagascar se hai la residenza e non paghi niente , come pure i mobili e roba personale. È vero la benzina e diesel costa come in Italia. Ma i meccanici, carrozzieri costano poco e i pezzi di ricambio è facile avere. Il tenore di vita dipende come vuoi vivere ma bastano anche 300€ al mese se hai una tua casa altrimenti paghi circa 120000ar circa 30€ al mese per un affitto di una casa in muratura. Le capanne con bagno esterno costano 60000ar circa 16€. Questo in tutto il territorio. Per la sanità il medico costa 12000ar a 20000ar e una ecografia costa 40000ar. Un sacco di carbone costa 7000€ e una bombola di gas costa 60000ar. Sono tornato ieri in Italia , queste notizie sono anno 2019

    • Anna 23 Maggio 2019 al 9:54 - Rispondi

      Salve Michele ma in quale parte del Madagascar vivi? In città o fuori città?, grazie per le risposte

    • Fabio 29 Giugno 2019 al 21:21 - Rispondi

      Dipende in quale parte della brousse vivi.Con 300€ non ti curi manco una appendicite. Il gas (9kg) costa 80000. ci vivo qua, porca la scoreggia!

  8. Alessandro 22 Marzo 2019 al 22:56 - Rispondi

    Grazie delle tue informazioni Michele…. Cmq i prezzi che proponi non riflettono la mia esperienza anche se -ripeto- non ho mai vissuto sul posto: 7000Ar mq? Ma dove? In campagna forse… In città non credo proprio… altrimenti dimmi dove che vado a comprare di corsa! “Capanne” con bagno esterno… E tu ci vedi un pensionato coi suoi acciacchi vivere così? Forse un 20enne pieno di vita e con niente da perdere. Anche il carbone 7000 At al sacco? A me risulta il doppio. Se vivi nella brousse forse ma, ripeto, non per pensionati ma neanche per più giovani. Forse i 6000 per costruire mi ci ritrovo, o almeno me lo auguro. Buona giornata

  9. Antonio 28 Agosto 2019 al 13:33 - Rispondi

    Si può sapere una verità?

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.